Ottieni il 10% di sconto con un ordine superiore a 100€ e risparmia sui tuoi acquisti

Integratori per le Vene: Rimedi Naturali per Vene Varicose e Gonfiore delle Gambe

integratori vene

Integratori per Rinforzare Vene e Capillari, Migliorare la Microcircolazione e Prevenire l’Infiammazione alle Gambe

Pesantezza delle gambe, gonfiore degli arti e delle caviglie, teleangectasie e vene varicose sono spesso dei segnali d’allarme per la presenza di problemi nella microcircolazione, disturbi che talvolta possono condurre a patologie più serie come infiammazioni, flebiti e insufficienza venosa. Queste problematiche sono ascrivibili a cause di varia natura, che spaziano da precondizioni genetiche all’irregolarità dello stile di vita. Una sana alimentazione, supportata da integratori funzionali, può essere cruciale nel contrastare tali disturbi. In questo articolo illustreremo le principali cause legate a patologie delle vene, mostrando come un’integrazione nutraceutica mirata, con apporto di sostanze che lavorino in favore della salute dei tessuti connettivi e della protezione dei vasi sanguigni, possano essere determinanti nella prevenzione di tali condizioni.

Benché la soluzione più efficace per la rimozione di vene varicose e teleangectasie, la dilatazione dei vasi sanguigni che così risaltano e diventano visibili sotto la pelle, più comunemente delle gambe, sia l’intervento chirurgico, spesso questi disturbi non rappresentano solo dei meri inestetismi ma sono sintomatici di problemi più profondi legati alla salute vascolare e dell’apparato circolatorio, e causa di fastidi fisici come gambe gonfie e pesanti, crampi ed indolenzimento.

Un’integrazione di determinate sostanze nutraceutiche dall’azione importante a livello vasoprotettore e della normale sintesi dei tessuti connettivi è un punto cruciale nella prevenzione di disturbi— come possono esserlo le vene varicose, infiammazioni, trombi, edemi ed emorroidi—relativi ai vasi sanguigni del microcircolo, offrendo un’azione positiva sul sistema venoso ed in particolare sulla salute delle gambe, la zona del corpo più affetta da tali disfunzionalità.

Come agiscono dunque gli integratori per vene e capillari? In questo articolo sono descritte le principali patologie legate a problemi nel trofismo del microcircolo e nel corretto funzionamento dei vasi sanguigni, osservando come i meccanismi associati all’azione delle sostanze all’interno degli integratori per le gambe e per le vene siano fondamentali per preservare uno stato di buona salute del sistema venoso, coadiuvando nel corretto svolgimento dei processi vitali del nostro organismo e nella sintesi delle sostanze fondamentali per il suo funzionamento.

 

Microcircolo ed Integratori per Vene e Capillari

Per comprendere i meccanismi su cui intervengono gli integratori per vene varicose, è importante avere chiara la struttura dell’apparato cardiovascolare. Il sistema circolatorio è costituito da arterie e vene; le arterie sono i vasi più grandi che veicolano il sangue dal cuore ai tessuti del corpo, mentre le vene (ed i capillari) costituiscono il microcircolo e sono vasi diametralmente più piccoli che trasportano il sangue detto ‘di ritorno’ dai tessuti e gli organi al cuore. Problematiche inerenti alle vene come le vene varicose sono molto comuni negli arti inferiori, poiché il flusso sanguigno deve contrastare la forza di gravità per risalire verso il cuore.

Il corretto funzionamento delle vene ed il normale flusso sanguigno nella microcircolazione sono garantiti dalla salute dei vasi stessi e dei tessuti connettivi, e da una corretta elasticità e funzionalità delle valvole venose. Se queste condizioni vengono a mancare possono crearsi problematiche attribuibili a dei ristagni di sangue quali vene varicose, rottura dei capillari, emorroidi, dermatite da stasi, insufficienza venosa, ma anche a delle infiammazioni, come le flebiti.

A differenza delle arterie, le vene sono molto meno elastiche, e la loro tonaca esterna è composta di tessuto connettivo. La loro tonaca media presenta strati di cellule muscolari lisce in misura minore rispetto alle arterie, dato che le arterie sono dotate di uno spesso strato di cellule muscolari lisce per sostenere lo stress emodinamico a cui sono sottoposte, e dunque la pressione sanguigna. L’indebolimento delle vene, invece, è nello specifico legato a due fattori fondamentali, che spesso sono connessi:

  • Indebolimento del tessuto connettivo, che rende le vene più fragili e più evidenti, dall’aspetto serpiginoso;
  • Aumento della permeabilità vascolare, associata a fenomeni infiammatori (flebite) dove si osserva una migrazione delle cellule del sistema immunitario.

Il tessuto connettivo è un complesso di proteine, tra cui la più presente è il collagene, che conferisce resistenza ed elasticità alla maggior parte delle strutture corporee: pelle, epitelio degli organi, vasi sanguigni, muscoli, ossa e cartilagini. Il collagene, la cui sintesi è condotta da cellule chiamate fibroblasti, è in particolare il componente del tessuto connettivo lasso, quello più diffuso nel nostro corpo. La salute del tessuto connettivo passa attraverso 3 importanti fattori: età, esercizio fisico e disponibilità di nutrienti specifici che ne supportino la normale produzione. È importante dunque che alla base degli integratori per vene e gambe vi sia come obiettivo la produzione di collagene. Recentemente il tessuto connettivo è stato inoltre oggetto di studi scientifici volti alla comprensione dei meccanismi sottostanti i processi infiammatori.

Problemi alla circolazione delle gambe, vene visibili ed in evidenza, che si rompono, gambe gonfie ed infiammazioni sono anche spesso attribuibili a problemi relativi all’endotelio, lo strato di rivestimento più intimo delle vene, che tende ad indebolirsi se sottoposto a stress e può compromettere l’approvvigionamento di sangue da parte dei tessuti periferici. Un altro fattore da tenere in considerazione dunque nella ricerca di soluzioni per migliorare la microcircolazione è la riduzione di fattori di stress e l’adottare una nutrizione di supporto al funzionamento delle cellule endoteliali e del muscolo cardiaco, completando l’azione con integratori per la circolazione ricchi di nutraceutici antiossidanti che contrastino l’indebolimento dell’endotelio.

L’azione degli integratori per le vene deve perciò coprire lo spettro di questi fattori, con sostanze che contribuiscano alla salute dell’endotelio, dei tessuti connettivi, al contrastare fenomeni infiammatori, permettendo la normale risalita del sangue verso il cuore.

patologie delle vene e integratori

 

Integratori per Vene Varicose, Ma Non Solo: Patologie Relative al Microcircolo

I disturbi relativi alla cattiva salute delle vene si traducono spesso in patologie i cui risultati sono visibili sulle gambe, poiché particolarmente soggette a sforzi; tuttavia è possibile risultino in anche in plessi emorroidari, vene gonfie nelle mani, braccia, o complicazioni non evidenti come trombosi venosa o tromboflebite profonda.

Tra le principali patologie associate a problemi della microcircolazione è possibile osservare:

  • Vene varicose
  • Teleangectasie
  • Trombi
  • Emorroidi
  • Gonfiore e pesantezza delle gambe
  • Edemi
  • Insufficienza Venosa

Le vene varicose o varici sono una patologia molto diffusa, specialmente nelle donne, e si presentano quando avviene una dilatazione permanente e sacculare dei vasi sanguigni che iniziano a risaltare, evidenti, sulla superficie delle gambe. Le vene appaiono come bluastre o viola, visibili sulla superficie della pelle o addirittura sporgenti, e potrebbero non solo rappresentare solo un inestetismo ma provocare gonfiore delle gambe, pesantezza, dolore, indolenzimento e crampi, nonché prurito, e segnalare dunque un problema nel trofismo del microcircolo, che può portare ad un’insufficienza venosa.

L’insufficienza venosa comporta un difficoltoso ritorno di sangue venoso al cuore e può essere causata da determinate patologie, come la trombosi venosa, o da un problema nella funzione valvolare, che provoca un sovraccarico funzionale delle vene risultante in caviglie gonfie, crampi, edemi, flebiti, formicolio e indolenzimento, ulcere cutanee, vene varicose.

La flebite è invece l’infiammazione a carico di una vena, e si manifesta con dei trombi, delle masse solide di globuli rossi, bianchi e piastrine che si formano a livello intravasale e sono risultato di alterazioni dell’endotelio o del normale flusso sanguigno, e possono conseguire in diverse patologie. Le flebiti, che si sviluppano a livello della tonaca intima delle vene, possono verificarsi oltre che nelle gambe anche in braccia, piedi, seno, e sono patologie più gravi rispetto alle vene varicose, essendo sintomo di danni alle pareti delle vene e di un processo infiammatorio e di un coagulo che ostruisce la circolazione e può portare ad edemi ed altre alterazioni dello scambio vascolare.

Le emorroidi sono anch’esse varici, vene dilatate nella zona del retto, che tendono ad infiammarsi e a causare dolore, fastidio e prurito.

Queste patologie sono ascrivibili a cause diverse, che provocano un’alterazione del normale filtraggio ed assorbimento del sangue, del flusso sanguigno e della pressione venosa. Nel prossimo paragrafo illustreremo alcune delle principali cause dei disturbi della circolazione venosa e come l’integrazione funzionale per le vene può supportare nella cura delle patologie ad esse relative.

 

Cause delle Patologie delle Vene: Come Migliorare la Microcircolazione

Le cause di una cattiva microcircolazione sono diverse; parliamo infatti di una forbice multifattoriale che può includere condizioni genetiche e di sesso, fino alle abitudini di vita, alimentari, fumo, eccessivo consumo di alcool, che provocano disturbi che interessano l’endotelio vasale, il flusso sanguigno ma anche l’aggregazione piastrinica. Nello specifico, tra le cause principali delle patologie legate alle vene troviamo:

  • Sedentarietà e scarsa mobilità fisica
  • Ortostatismo, ovvero stare troppo tempo in piedi per molte ore al giorno
  • Postura incorretta
  • Alterazioni congenite delle vene
  • Alimentazione lacunosa
  • Obesità e sovrappeso
  • Problemi di drenaggio linfatico e ritenzione idrica
  • Avanzare dell’età, che porta le vene ad essere molto meno elastiche e al deterioramento dei tessuti connettivi
  • Gravidanza, che può provocare la comparsa di vene varicose per via degli sforzi a cui viene sottoposto il sistema circolatorio con l’aumento del volume del sangue e la pressione esercitata sulle vene

Ci sono inoltre una serie di fattori di rischio che favoriscono molte di queste problematiche, come il fumo, determinate procedure mediche, farmaci che favoriscono la formazione di trombi, forti traumi agli arti, problemi nella coagulazione sanguigna. Le infiammazioni in particolare sono spesso ascrivibili a questo tipo di cause, che provocano lesioni o modificazioni del microcircolo ed un aumento della permeabilità capillare.

L’alimentazione è un altro fattore chiave del manifestarsi di problematiche come gambe gonfie, vene e capillari in evidenza, rotti, trombi, pesantezza delle caviglie, edemi e flebiti. In particolare, obesità, varicosi e ritenzione idrica rendono difficile la risalita del sangue verso il cuore, creando dei ristagni che provocano il gonfiore delle gambe o dei piedi.

Le patologie delle vene e del microcircolo possono tuttavia essere osservate anche in individui che seguono uno stile di vita sano, non fumano e non consumano alcool. Questo avviene poiché anche solo uno dei fattori elencati è sufficiente al manifestarsi di dati disturbi, ad esempio stare troppo tempo in piedi, per chi svolge un lavoro molto attivo, provoca un aumento della pressione venosa e la formazione di trombi o edemi, e quindi il rigonfiamento degli arti e la fuoriuscita delle vene varicose.

Nel caso di vene in evidenza e sporgenti è possibile fare ben poco: correggere il proprio stile di vita può però essere importante nella prevenzione di questi disturbi, ed il supporto degli integratori nutraceutici funzionali venotonici, quali rimedi naturali, costituisce un fondamentale apporto di sostanze e micronutrienti che l’organismo non è in grado di produre autonomamente ma che sostengono il corpo nel corretto svolgimento dei propri processi, sopperendo a quelle lacune che minano la salute delle vene e del microcircolo.

 

braccio che solleva peso dopo aver assunto integratori per le vene

Integratori per le Vene e per Rinforzare i Vasi Sanguigni

Gli integratori per le vene, venotonici e venotronici, sono importanti nella prevenzione delle patologie relative all’inefficienza venosa e alla salute dei tessuti connettivi, vene varicose e flebiti, introducendo nell’organismo sostanze che garantiscono il trofismo dei fibroblasti, le cellule che producono collagene, e che rendono possibile contrastare la fuoriuscita di nuovi vasi a causa del loro indebolimento, la fuoriuscita dunque di vene varicose, varici e teleangectasie. L’azione degli integratori per le vene è perciò:

  • Vasoprotettiva
  • Antivaricosa
  • Antinfiammatoria e antiflogistica
  • Antiaggregante piastrinica

Diverse sono le sostanze micronutrienti che si sono dimostrate importanti nel supportare la salute delle vene a livello dei problemi precedentemente elencati, indebolimento dei tessuti connettivi e fenomeni infiammatori, quali flebiti, garantendo un’azione protettiva, rafforzante, antiflogistica.

L’integrazione, in generale, necessita di seguire una medicina di precisione, e deve essere studiata in base allo stile di vita e al proprio assetto fenotipico, esattamente come viene fatto per l’alimentazione. Gli integratori nutraceutici Vital Program sono formulati proprio nel rispetto di questi canoni: gli integratori per le vene offrono perciò sostanze che in sinergia targetizzano specifiche problematiche mirate, offrendo un supporto alle lacune centrali al verificarsi di disturbi riguardanti la salute dei tessuti connettivi, l’indebolimento dei vasi sanguigni, le infiammazioni e l’inefficienza venosa.

Tra le sostanze fondamentali nelle formulazioni di integratori per le vene e la circolazione è importante l’apporto di:

  • Vitamina C: nelle sue forme altamente biodisponibili è alla base degli integratori per le vene, essendo il principale elemento per la sintesi di molecole di collagene, la proteina più abbondante del tessuto connettivo, in quanto stimola l’idrossilazione degli amminoacidi lisina e prolina all’interno dei fibroblasti.
  • Lisina, Prolina e Glicina: sono amminoacidi costituenti le fibre di collagene e conferiscono loro struttura e stabilità. La loro azione è migliorata dalla presenza di vitamina C. L’azione di lisina e prolina nella formazione del collagene è ben documentata, ma studi dimostrano che in misura minore anche la glicina supporta questo processo.
  • Glucosammina e Solfati: in particolare i solfati sono molecole ad elevato dominio di idratazione; essi contribuiscono a rendere i tessuti connettivi ben idratati e garantiscono loro una certa elasticità. Esistono dati preclinici e clinici riguardanti l’azione condroprotettiva della Glucosammina e del Condroitin Solfato, componenti essenziali che tra le varie funzioni stimolano i processi di rigenerazione della cartilagine ed offrono un’azione di sostegno per i vasi sanguigni.
  • Polifenoli: in particolare determinati bioflavonoidi, sostanze di origine vegetale che contribuiscono a garantire una corretta struttura del vaso venoso e dei capillari e alla loro protezione. Tra questi in particolare troviamo le proantocianidine oligomeriche, OPC, di cui sono ricchi i semi d’uva da Vitis Vinifera L. vite rossa, i semi di ippocastano e le bacche di mirtillo.

La strategia alla base della formulazione degli integratori per le vene, per contrastare vene varicose, gambe gonfie, insufficienza venosa ed infiammazioni, è dunque fondata su un raggio d’azione multifattoriale atto a garantire da un lato la formazione naturale di collagene, dall’altro la protezione dei vasi sanguigni, che sono proni ad andare incontro ad infiammazioni, anche molto serie, quali le flebiti, in cui l’infiammazione delle vene, superficiale o profonda, è spesso causata proprio dalle vene varicose, danni alle pareti delle vene, coagulazione del sangue, problemi nel drenaggio linfatico, plessi emorroidari o altre infezioni, che possono anche portare al famoso gonfiore delle gambe e ad una sensazione di pesantezza, noti disturbi degli arti inferiori spesso affrontati dalle donne.

Gli integratori per le vene e gambe offrono dunque anche un’azione antinfiammatoria ed antiflogistica, ed è per questo che oltre alla vitamina C, che pure offre un concreto supporto nella formazione di collagene, è fondamentale l’azione dei polifenoli e flavonoidi, come gli OPC. Esiste documentazione importante sull’efficacia delle procianidine oligomeriche sul sistema cardiovascolare, sulla salute delle vene e dei capillari, che dimostrano come inoltre le funzioni biologiche della vitamina C siano migliorate dalla loro azione.

Il collagene è infatti composto da catene di determinate sostanze, che tendono ad indebolirsi alla presenza di alcune patologie. Le fibre di collagene sono immerse in una matrice composta da glicosaminoglicani, molecole fondamentali dei tessuti connettivi. Gli OPC sono importanti nei tessuti ricchi in glicosaminoglicani come le pareti delle vene, in quanto favoriscono la sintesi del collagene. Avendo un’azione antiossidante e immunostimolante, inoltre, la loro azione si estende anche a livello di infiammazioni ed edemi, accumuli di liquido negli interstizi dei tessuti che provocano il gonfiore e la pesantezza delle gambe di cui molte persone soffrono.

Tra i flavonoidi più importanti e comunemente impiegati per la salute delle vene troviamo:

  • Estratto di Vite Rossa
  • Centella
  • Diosmina
  • Troxerutina
  • Esperidina
  • Mirtillo

La diosmina è un flavonoide molto importante, che in natura può essere trovato in particolar modo negli agrumi, dall’azione antinfiammatoria e antiedematosa, efficace in caso di varici e stasi venosa, ausiliaria nel mantenimento del tono venoso e nel rafforzamento delle vene.

La centella contiene flavonoidi che si sono dimostrati utili nella riduzione della pressione sanguigna nelle vene, e nella reazione antinfiammatoria, nella sintesi del collagene e nel rafforzamento della parete venosa.

La troxerutina, similmente, è un bioflavonoide impiegato in molti integratori per le vene poiché migliora la resistenza dei vasi sanguigni e ne riduce la permeabilità, contribuendo anche a potenziare l’azione della vitamina C.

Spesso si parla anche di foglie di Ginko per la loro azione, tuttavia in letteratura scientifica non risultano studi abbastanza solidi da poterne supportare la sua validità d’azione.

Il mirtillo è invece un ottimo estratto, tuttavia la sua composizione preponderante è in vitamina C e polifenoli, che sono già presenti all’interno degli integratori per il microcircolo Vital Program.

 

Meccanismi d’azione dei Flavonoidi negli Integratori per Emorroidi, Vene Varicose ed Infiammazioni dei Vasi Sanguigni

 

L’impiego di OPC è dunque volto alla protezione dei vasi sanguigni e al miglioramento della salute del microcircolo, al ridurre le infiammazioni e le flogosi, favorendo la flessibilità dei tessuti, riducendo lo stress ossidativo e rafforzando i vasi sanguigni.

Riguardo gli estratti vegetali, non è ancora stato possibile stabilire un Valore Nutritivo di Riferimento (VNR%), ovvero un valore che esprime la quantità di micronutrienti necessari a soddisfare il fabbisogno giornaliero, un indice molto importante a cui fare riferimento specie nel consumo di vitamine e minerali. Per quanto riguarda i composti fenolici presenti nei vegetali il discorso è più complesso, in quanto molti meccanismi non sono ben stati chiariti dalla comunità scientifica. Tuttavia, questo non significa che tali estratti non presentino benefici importanti e valore biologico per il nostro organismo, in quanto salienti studi epidemiologici hanno osservato la validità dei polifenoli alimentari e la loro incidenza nella prevenzione di patologie, specialmente cardiovascolari.

I meccanismi molecolari in genere sono basati su due fattori fondamentali: la natura chimica dei composti, che nei polifenoli, gli antiossidanti presenti negli estratti vegetali, è molto complessa, ed i processi di digestione, assorbimento e trasporto all’interno delle cellule. Gli studi dimostrano che molti composti fenolici funzionano in modi simili, e che i loro meccanismi molecolari di azione ne fanno degli agenti flebotonici.

Tra i più importanti meccanismi studiati sulle proprietà dei composti fenolici a livello di problematiche delle vene, c’è l’inibizione delle metalloproteasi (MMPs), degli enzimi proteolitici coinvolti in molti meccanismi fisiologici e patologici che hanno un ruolo importante nelle infiammazioni venose. Questi enzimi infatti svolgono un’azione sulla digestione delle proteine della matrice extracellulare (ECM), un processo alla base dell’aumento della permeabilità vascolare che permette il passaggio delle cellule del sistema immunitario nell’area infiammata. Studi in vitro ed in vivo suggeriscono che i composti fenolici come gli OPC sono in grado di rallentare, o addittura completamente inibire l’espressione di questi enzimi.

Tra gli altri meccanismi relativi ai flavonoidi osserviamo l’inibizione del pathway MAPK, dove per MAPK si intende una famiglia di proteine coinvolte nella risposta a diversi stimoli, tra cui gli stimoli pro-infiammatori. Tra gli attivatori di queste proteine vi sono i ROS, specie reattive dell’ossigeno che in quantità eccessive tendono ad amplificare la risposta pro-infiammatoria. Studi su animali hanno dimostrato come le proantocianidine oligomeriche riducano l’eccessiva produzione di ROS, migliorando l’espressione e l’attività di enzimi antiossidanti.

Un altro meccanismo importante osservabile è l’inibizione del pathway NF-kB, fattore di trascrizione attivato a seguito di numerosi stimoli stressogeni, come possono esserlo gli stimoli infiammatori. Ad esso è attribuibile l’attivazione di citochine pro-infiammatorie, molecole di adesione, enzimi pro-infiammatori e pro-ossidanti. Alcuni studi suggeriscono che le proantocianidine oligomeriche (OPC) tendono ad inibire i pathways NF-kB e MAPK attraverso meccanismi di inibizione e trascrizione genica.

Questo dimostra dunque il valore biologico dei composti presenti negli estratti vegetali per il nostro corpo, in particolare gli OPC.

 

Integratori per Vene: Rimedi Naturali per Vene Varicose ed altre Patologie dei Vasi Sanguigni

Il rimedio di Vital Program a vene varicose ed altre patologie delle vene e delle gambe è MEC, un integratore funzionale a base di vitamina C, lisina, prolina, glicina, condroitin solfato, glucosammina e OPC, procianidine oligomeriche. L’azione di queste sostanze in sinergia sostiene la normale sintesi di collagene, la proteina principale del tessuto connettivo, garantisce l’efficienza venosa, importante specialmente in caso di predisposizioni genetiche e stili di vita che comportano o un’elevata immobilità o, al contrario, il trascorrere molto tempo in piedi. Il MEC può essere inserito in un sistema preventivo in supporto della funzionalità del sistema venoso, sostentando un’alimentazione corretta ed altri accorgimenti preventivi al finbe di garantire la salute del microcircolo.

 

Scopri il nostro integratore dedicato: MEC

A base di vitamina C, lisina, prolina, glicina, condroitin solfato, glucosammina e OPC, procianidine oligomeriche. Acquistalo online su vitalprogram.it il sito oppure visita il nostro shop di integratori nutraceutici funzionali!

Vene e Capillari delle Gambe: Rimedi e Prevenzione

Gli integratori per rinforzare le vene sono un modo per migliorare la microcircolazione, favorire la sintesi dei tessuti connettivi ed aiutare a prevenire la rottura di capillari, vene varicose ed altri inestetismi e patologie. Assieme a questi è necessario osservare alcune accortezze importanti:

  • Svolgere attività fisica
  • Seguire una dieta equilibrata e mantenere un peso forma, evitando elevati consumi di sale
  • Cercare di bilanciare il tempo in cui si è seduti e si è in piedi
  • Sollevare le gambe e muoverle spesso se si trascorre molto tempo seduti
  • Utilizzare calze elastiche per prevenire ipertensione venosa

Queste azioni preventive agiscono su fronti diversi: le calze elastiche sono ad esempio un rimedio meccanico che lavora su un aspetto estetico, gli integratori per le vene, piuttosto, lavorano dall’interno e permettono il corretto funzionamento delle cellule sel cistema vascolare e lo svolgimento dei meccanismi funzionali ai processi vitali.

È bene dunque che l’azione sia complementare su molteplici fronti: un integratore, delle calze elastiche o anche la rimozione degli inestetismi attraverso chirurgia, interventi al laser o interventi di scleroterapia non bastano da soli a combattere il disturbo, in quanto anche la chirurgia è solo funzionale alla rimozione dell’inestetismo, vena varicosa o teleangectasia. È necessario migliorare le proprie abitudini che possono aver portato a quel problema ed agire con gli integratori funzionali per targetizzare un problema specifico e supportare il corpo nella sua risoluzione.

 

Integratori per le Vene in Vendita Online

Gli integratori per le vene varicose in vendita online su Vital Program sono integratori nutraceutici funzionali formulati secondo i più elevati standard qualitativi. Nella biochimica della nutrizione i nutraceutici o micronutrienti sono sostanze di varia natura come lipidi, amminoacidi, vitamine e cofattori, che il nostro organismo non riesce a produrre autonomamente e che dunque necessitano di essere assunte attraverso l’alimentazione e l’integrazione. La caratteristica più importante dei nutraceutici è la modulazione enzimatica, infatti i nutraceutici agiscono sugli enzimi, ossia le proteine deputate allo svolgimento di tutti i processi biologici. Uno di questi processi, target degli integratori per le vene e capillari Vital Program l’ottimale produzione di collagene e sintesi dei tessuti connettivi, ottenuta offrendo all’organismo combinazioni tra vari nutraceutici che riproducano le modalità con cui queste si presentano negli alimenti, aumentandone la biodisponibilità. Gli integratori per le vene ed il microcircolo sono un rimedio naturale per la prevenzione di vene varicose e flebiti, realizzati in capsule vegetali prive di inutili eccipienti, con materie prime di eccelsa qualità.

 

Bibliografia

  • Burkitt, D. P. (1972). Varicose veins, deep vein thrombosis, and haemorrhoids: epidemiology and suggested aetiology. British medical journal, 2(5813), 556
  • Cicero, A. F., & Colletti, A. (2018). Nutraceuticals Active on Capillaries and Veins. In Handbook of Nutraceuticals for Clinical Use (pp. 59-67). Springer, Cham.
  • Das, A. J. (2011). Review on nutritional, medicinal and pharmacological properties of Centella asiatica (Indian pennywort). Journal of Biologically Active Products from Nature, 1(4), 216-228.
  • Diebolt, M., Germain, L., Auger, F. A., & Andriantsitohaina, R. (2005). Mechanism of potentiation by polyphenols of contraction in human vein-engineered media. American Journal of Physiology-Heart and Circulatory Physiology, 288(6), H2918-H2924.
  • Li, A. N., Li, S., Zhang, Y. J., Xu, X. R., Chen, Y. M., & Li, H. B. (2014). Resources and biological activities of natural polyphenols. Nutrients, 6(12), 6020-6047.
  • Mantle, D., Wilkins, R. M., & Preedy, V. (2005). A novel therapeutic strategy for Ehlers–Danlos syndrome based on nutritional supplements. Medical hypotheses, 64(2), 279-283.
  • Pullar, J. M., Carr, A. C., & Vissers, M. (2017). The roles of vitamin C in skin health. Nutrients, 9(8), 866.
  • Rabe E, Guex J, Morrison N, Ramelet A, Schuller-Petrovic S, Scuderi A, Staelens I & Pannier F, 2013. Treatment of chronic venous disease with flavonoids: recommendations for treatment and further studies. Phlebology, 2013: 1–12.
  • Rauf A, Imran M, Abu-Izneid T, Ul-Haq I, Patel S, Pan X, Naz S, Sanches Silva A, Saeed F, Ansar H & Suleria R, 2019. Proanthocyanidins: A comprehensive review. Biomedicine & Pharmacotherapy, 116: 108999.
  • Yang L, Xian D, Xiong X, Lai R, Song J & Zhong J, 2018. Proanthocyanidins against Oxidative Stress: From Molecular Mechanisms to Clinical Applications. BioMed Research International, Vol 2018, Article ID 8584136.
  • Ward, N. C., Hodgson, J. M., Croft, K. D., Burke, V., Beilin, L. J., & Puddey, I. B. (2005). The combination of vitamin C and grape-seed polyphenols increases blood pressure: a randomized, double-blind, placebo-controlled trial. Journal of hypertension, 23(2), 427-434.

Biologo Nutrizionista & Supporto Scientifico Divulgatore Scientifico, appassionato della didattica, della biochimica della nutrizione, della nutraceutica, dell’integrazione alimentare e del ruolo della nutrizione nelle malattie metaboliche. Collaborando con diverse associazioni, è stato relatore in numerosi corsi di formazione; è attualmente formatore ECM. “Gli integratori Vital Program tengono conto delle più importanti vie metaboliche che si svolgono nelle nostre cellule”.

Leave A Comment
*
*

Qualità

CERTIFICAZIONE GMP I nostri integratori funzionali sono prodotti in laboratori certificati, che garantiscono i massimi standard qualitativi

MATERIE PRIME Selezioniamo materie prime di alta qualità, di origine naturale, per garantire la massima biodisponibilità dei nutraceutici

CANALI UFFICIALI Tutte le sostanze contenute nei nostri integratori funzionali sono acquistate da canali ufficiali aventi provenienza certificata

ECCIPIENTI Utilizziamo eccipienti innocui ed in quantità estremamente basse. In più il rivestimento delle capsule è in fibra vegetale

Questo sito utilizza cookie per un corretto funzionamento (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore. Cookie e privacy policy